«

»

gen
03

Proroga tecnica contratto di servizi ASV – intervento in Consiglio Comunale del 28/12/2012

 

Questo provvedimento si è reso necessario per garantire la continuità del servizio di Igiene Urbana, in quanto la Legge Regionale 20/08/2012 traccia il percorso degli ARO vietando ai Comuni di indire nuove gare, ma non impedisce la proroga di contratti in scadenza, proroga che è da considerarsi “tecnica”, ovvero finalizzata a proseguire nella gestione del servizio solo fino all’affidamento dello stesso secondo le nuove modalità.

Sui tempi, la stessa legge Regionale stabilisce che l’affidamento del servizio debba avvenire entro 90 gg. dalla costituzione dell’ARO con possibilità da parte dell’ente regionale, in caso di inadempienza, di esercitare funzioni sostitutive. Quindi la predetta legge incalza gli enti locali facenti capo all’ARO ad attivare speditamente e con termini perentori tutte le attività procedurali connesse e necessarie.

Pertanto, in questa fase di progettazione del nostro futuro in materia di rifiuti, ci aspetta:

  1. La definizione di un nuovo indirizzo culturale, politico, amministrativo e gestionale del ciclo integrato dei rifiuti, da cui devono scaturire precise osservazioni sul piano industriale dell’ARO;
  2. Stipula della convenzione per la costituzione dell’Unione dei Comuni, come previsto dal TUEL;
  3. Definizione in sede di ARO – finalmente costituitasi – delle modalità di affidamento del servizio, ovvero, sempre secondo la L.Reg.:

a) l’affidamento diretto a società considerate in house secondo la disciplina dell’UE;

b) l’indizione di una procedura a evidenza pubblica ai fini dell’aggiudicazione del servizio;

c) l’indizione di una procedura di evidenza pubblica per la selezione del socio operativo della società a partecipazione pubblico-privata alla quale affidare il servizio. Espletate queste procedure si passerà all’affidamento del servizio.

In ogni caso, noi di Città Democratica, non riteniamo conclusive o esaustive le procedure suindicate; auspichiamo, infatti, che questa Amministrazione riesca a coprire con economicità, efficacia ed efficienza anche gli altri momenti del ciclo integrato dei rifiuti che esulano dalle competenze dell’ARO e che attengono invece a quella che ci piacerebbe chiamare, con il lessico della strategia rifiuti zero e dei comuni virtuosi, “buona leadership politica”:

  1. Politiche di riduzione a monte dei rifiuti;
  2. Impegno a diminuire drasticamente il conferimento in discarica dei rifiuti tal quali;
  3. Ed infine introduzione di un sistema di tariffazione puntuale.

Ciò detto, ci preme sottolineare che seguiremo con la massima attenzione l’iter suindicato, convinti che la sua fedele realizzazione costituisca un’imperdibile opportunità di miglioramento della qualità della vita nella nostra città.

 

Grazie e buon servizio                                                                            Filippo D’Acciò

 

Ti piace? Condividilo!

Permanent link to this article: http://www.cittademocratica.org/?p=2367

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>